Sono così triste che non mi alzerei dal letto!

La tristezza è un’emozione molto complessa che meriterebbe molte parole. Può essere presente in molti momenti della nostra vita: per un lutto, per la rottura di un rapporto, per una lite, per un brutto voto a scuola, per aver fallito un esame, per aver perso il lavoro…

La tristezza è un’emozione fisiologica, è normale che si attivi in alcuni momenti del nostro quotidiano, ma se diventa pervasiva e ingestibile può davvero abbassare la propria qualità di vita. Inoltre può essere davvero frustrante quando nulla reca più gioia, quando ci si sente tanto tristi da non aver più voglia di fare qualsiasi cosa, anche alzarsi dal letto e non capirne assolutamente il motivo. Quando si cerca una motivazione spesso la risposta è: “Ho una bella famiglia, ho un lavoro, ho un tetto sulla testa, dovrei essere felice ma non lo sono!”. Questa tristezza prende forma di depressione. Si possono notare perdite di appetito, ci si può sentire perennemente stanchi, la sensazione è quella di camminare con un peso enorme addosso. Neanche un bel film ha più attrattiva o un bel viaggio o una vacanza o un bel paio di scarpe: tutto perde senso. Si guarda gli altri e si prova invidia per loro che stanno bene e sentiamo addosso questa pesante sensazione che non si potrà mai più essere “normali” e felici nella propria vita. Si ha il magone e spesso si piange e si può arrivare a sentire che non vale più la pena di vivere.

Quando la tristezza prende questa forma, non si deve esitare: si deve chiedere aiuto! Non è una cosa che va via da sola, va affrontata. Quando subentrano questo tipo di vissuti occorre a volte una terapia farmacologica associata ad una valida psicoterapia. E’ necessario andare a fondo e capire perché si è arrivati a questo tipo di funzionamento. Questo è il momento di uscire dal guscio protettivo e chiedere aiuto, sarà la cosa più faticosa del mondo, ma ogni sforzo vale la pena se poi migliora la nostra qualità di vita e riprendiamo a vivere con serenità.

A volte si sa bene perché si sente questa tristezza, ma può accadere che diventi così forte e incontrollata che può arrivare a depressione. E’ importante stare attenti alle proprie sensazioni: dobbiamo sentire di vivere la vita e non di subirla, se arriviamo a questo, un aiuto valido può farci da supporto e ci può far capire perché proprio questo dato evento ci ha travolto così.

Sentire di non affrontare da soli un periodo difficile, condividere ciò che ci rende tristi con un professionista, può velocizzare il processo di remissione e può davvero essere di gran sollievo.